sitemap


 
questo blog è fermo, per passaggio a nuova veste grafica all'indirizzo http://www.gradiniemappe.com/ (26/03/2015)

Come si legano due mappe mentali?

giovedì 26 novembre 2009

vedi anche
fusione tra mappe
come si legano due mappe mentali
fusione

Come si legano due mappe mentali?
Sotto un esempio di due mappe mentali legate tra loro, attraverso un elemento comune che fa da collante. In alto la mappa dei poveri, con al centro i preti, che di fatto costituiscono il vertice di tale categoria. In basso un'altra mappa, quella degli assistenti sociali, o di chi in genere viene pagato per sostenere i poveri, ed anche in questa mappa figurano i preti (non all'ultimo gradino come appare in figura ma in una posizione che in questo contesto si puo' anche approssimare)
Preti che a dire la verita' un po' (parecchio) ci giocano, mascherandosi da assistenti sociali per chiedere soldi a tutto spiano per poi, ricevuti gli aiuti, mettersi l'altra maschera, quella dei poveri, e appropriarsene per una buona parte (ma questa e' un'altra storia).








                                                                    post 43

fusione tra mappe

vedi anche
fusione tra mappe
come si legano due mappe mentali
fusione

In alto due mappe mentali, quella dei poveri e quella degli assistenti sociali.
Se le due mappe presentano un elemento comune (in questo casi i preti) si possono fondere a formare una mappa unica come nell'esempio dell'immagine sotto

post 42

vergine

giovedì 5 novembre 2009

(una) Differenza tra un cervello vergine, non ancora immatricolato, ed un cervello con un minimo di navigazione. Nel cervello piu' esperto ci sono delle azioni piu' ricorrenti ed importanti delle altre, che hanno a disposizione canali privilegiati per la loro individuazione

concetto-mentali

mercoledì 4 novembre 2009


Ho ripreso ad aggiornare il blog, dopo un periodo di stop. Volevo riprendere dalla definizione di mappe mentali e concettuali, supponendo che esiste una terza mappa, unione delle due. Anzi che le mappe concettuali e mentali non esistano, se non in una visione parziale del nostro pensiero, un po' come l'occhio destro e l'occhio sinistro, oppure la gamba destra e la gamba sinistra, paragone, l'ultimo, che forse fa capire meglio la differenza tra le due mappe prese separatamente e le due mappe facenti parte di uno stesso insieme, per cui ci sono delle strette relazioni fra le mappe mentali e concettuali (forse sono il risultato della elaborazione dei due emisferi, destro e sinistro?).
O come magnetismo ed elettricita', dove dopo il periodo di analisi iniziale da separati

-----------------------
(da wikipedia: Cenni storici
Il primo fisico a scoprire una prima decisiva correlazione tra elettricità e magnetismo fu Hans Christian Ørsted, un fisico danese che eseguendo un esperimento (peraltro già effettuato diciotto anni prima da Gian Domenico Romagnosi [1]) noto oggi come esperimento di Ørsted, intuì che un filo percorso da corrente elettrica generava attorno a sé un campo magnetico. In seguito fu il chimico britannico Michael Faraday a condurre una simile esperienza (ribattezzata esperimento di Faraday) con cui dimostrò che un conduttore percorso da corrente immerso in un campo magnetico subisce una forza, che egli prontamente misurò, controbilanciandola con dei pesetti.
------------------------

si cominciarono a trovare dei collegamenti fra le due scienze.

Scocco in primis (mi fido del siti e blog di alessio sperlinga http://www.alessiosperlinga.it/mappe/sitieblog.asp) dovrebbe conoscere bene la differenza tra le due mappe: secondo Scocco (ma anche secondo qualcun altro del gruppo) come dovrebbe essere questa mappa concetto-mentale? O forse, partendo dall'inizio, secondo Scocco e company c'è la mappa concetto-mentale o le mappe concettuali e mentali rimarrano sempre separate?

(per adesso non rispondo al fattore tempo del post precedente)

https://www.xing.com/net/lemappedelpensiero/lo-spazio-della-teoria-189941/mappe-in-movimento-22885294/23015073/
post 40

On Off Mug

domenica 1 novembre 2009

vedi anche on off

On off, la tazzina che cambia (vedi sotto), a sinistra nella immagine scaricata dal web e a destra nella versione corretta, specchio della natura, con l'ON al centro e l'OFF all'esterno (dal nostro punto di vista: per gli altri sara' al contrario, ON all'esterno e OFF al centro)

>>>
(...da geekissimo) Di gadget geek ultimamente ne segnalo sempre meno, ma questo di oggi non potevo proprio evitarlo. Si tratta di On Off Mug, una tazza per thè, caffè americano, cappuccino, camomilla, insomma per tutto quello che volete. La particolarità che la rende unica è la capacità di cambiare colore in base al calore del contenuto.
Se la bevanda è calda la scritta “off” con lo sfondo marrone, si trasformerà e accenderà in “on” cambiando colore a contrasto, infatti ora la scritta sarà marrone e lo sfondo bianco.
La trovo davvero carina, attuale ed elegante, l’accoppiata dei colori bianco sporco con il marrone è scic, mi piacerebbe molto averla, penso proprio che l’acquisterò. Perfetta per un regalo natalizio di sicuro effetto ma senza svenarsi, il costo è di 16 euro e potete acquistarla online da Charlesandmarie.
L’unica nota dolente è che la On Off Mug è andata subito esaurita, ma se volete regalarla potete sempre fare una stampa e metterla in un bigliettino, tanto da natale a gennaio passano pochi giorni.
http://www.geekissimo.com/2007/12/08/on-off-mug-la-tazza-per-geeks-che-cambia-colore/

post 39