sitemap


 
questo blog è fermo, per passaggio a nuova veste grafica all'indirizzo http://www.gradiniemappe.com/ (26/03/2015)

tetris e livelli

giovedì 25 novembre 2010

 ancora una mancata applicazione di un principio generale, il micro e macro ( post 175 ►►►), in questo caso il gioco tetris






sotto come sarebbe windows senza l'applicazione del microemacro: ci sarebbero solo le cartelle sotto la linea rossa, senza profondita'


come completare tetris in 45 secondi
                                                             
                                                                               
      
Uploaded with ImageShack.us                                                                                                     


   post 180 
                                                                                                      (post 175) 

l'inganno delle onlus: wikipedia

mercoledì 24 novembre 2010

l'inganno delle onlus: sotto wikipedia, una delle tante truffe mascherate da beneficenza, per potere giustificare la incessante richiesta di denaro
immagine sotto la struttura tipo delle onlus: al  primo livello solo volontari e gente che non percepisce compenso (homepage, pagina richiesta donazioni). Al secondo livello i bilanci, e si cominciano a trovare gli stipendiati mischiati ai volontari. Infine all'ultimo livello, l'intestazione dei beni delle onlus (auto, immobili), dei conti bancari di donazioni e finanziamenti: qui si trovano professionisti, imprenditori, eccetera


Diciamo che tanti erano a dir poco scettici all'idea che dei volontari sparsi in tutto il mondo potessero unirsi per creare insieme un notevole compendio della conoscenza umana con il solo intento di condividerlo.

Sopra  la prefazione della annuale richiesta fondi: wikipedia viene presentata come un insieme di volontari. Sotto la pagina donazioni, e gia' si percepisce la truffa: i soldi arrivano direttamente al sig. Jimmy Wales e non ai volontari




Basta poi una breve navigazione nel sito per cominciare a scoprire le magagne:

(dal bilancio):
3.7.5. Conto postale e POS virtuale
- € 60
3.7.6. Commercialista
- € 600
3.7.7. Spese nuova sede Roma
- € 1.000


ecco comparire magicamente il commercialista, 600 euro (di solito un amico o un parente, il principio base delle truffe onlus), che invece non c'e' nella pagina iniziale delle donazioni, dove wikipedia e' presentata come unione di (soli) volontari;

(dalla relazione wikifondazione):

Rapporti con Wikipedia e la Wikimedia Foundation

Wikimedia Italia collabora con la Wikimedia Foundation, Inc., fondazione costituita secondo le leggi dello stato della Florida (USA). Tale fondazione non a scopo di lucro di diritto statunitense è stata costituita per la gestione tecnica dell'infrastruttura su cui si regge Wikipedia, l'enciclopedia online, multilingue, a contenuto libero, redatta in modo collaborativo da volontari. Wikimedia Foundation gestisce i server che ospitano le versioni di Wikipedia nelle varie lingue e i progetti fratelli come Wikizionario, Wikiquote, Wikibooks, Wikisource, Wikinotizie, Wikimedia Commons e Wikispecies; ha inoltre la responsabilità legale per i contenuti di tali progetti, limitatamente al fatto che ne possiede i server.[2]

Niente pubblicità. Nessun guadagno. Nessun obiettivo finale recondito.

gia' gestire i server del quinto sito piu' visitato al mondo e' fonte di un buon reddito ( e magari ne e' anche proprietario), a dispetto delle dichiarazioni sopra (pagina richiesta donazioni)

Il sig. Jimmy Wales non e' un volontario, ma un (dalla stessa wikipedia):
Jimmy Donal Wales, detto Jimbo[2][3] (Huntsville, 8 agosto 1966 (EN) Intervista a Jimmy Wales sulla propria data di nascita[1]), è un imprenditore statunitense, noto per essere uno dei fondatori del progetto Wikipedia[4].
Dopo il bachelor's degree (laurea) all'università di Auburn si iscrive al dottorato di finanza dell'Università dell'Alabama, che abbandona dopo aver conseguito un master's degree (laurea magistrale). Si reiscrive all'Indiana University, sempre per un dottorato in finanza, ma abbandona prima di scrivere la tesi.[2] Wales prosegue diventando un agente di borsa a Chicago, dove nel giro di pochi anni si è guadagnato la sicurezza economica e una discreta ricchezza.





soldi per favore: ho bisogno!

soldi per wikipedia, ma, come in tutte le onlus, wales non ha nessun obbligo di fare quello che dice (sotto un esempio)

So Jimbeau cancelled an upcoming trip to Italy, Serbia, and Croatia, and got to work finding receipts. I helped process them. Subway ticket in Moscow: $0.50. Massage parlor in Moscow: priceless. Some were accepted; others were not, like the $650 spent on two bottles of wine during a dinner for four at Bern’s—I remember that one because he submitted it twice, once with the tip scratched out. I wonder if the students who gave up their lunch money to donate to Wikipedia would have approved of that expense. In the end he reached a deal with Brad—details unknown—and paid the Foundation about $7000 in two checks. I don’t know what happened with the rest, but the checks can be found in the list of donors.[...]

 post 179                                                                      

paradiso

se la chiesa e' giustificata, perche' nello scambio bisogna anche metterci il paradiso, che viene dato in offerta sconto con l'aiuto ai poveri per cui quando doni dei soldi alla caritas in realta' il pacchetto comprende anche il paradiso (e la pace nel mondo) che giustifica le trattenute della chiesa (anche l'80% del totale) lo stesso non si puo' dire per le onlus in genere, che non offrono questi servizi supplementari, per cui ci sara' una categorizzazione a livelli


                                                                                        post 178 
                                                                        (post 177) 







ACU: trascorsi i 15 giorni

E' trascorso il termine di 15 giorni offerto all'ACU per una risoluzione amichevole della controversia relativa allo statuto (►►►), riassunta nelle immagini sotto, un tipico (squallido)  esempio di cosa voglia dire ingannare il prossimo approfittando delle larghe maglie concesse alle onlus: un cartello su di una chiesa che definisce la carita' accattonaggio (vedi anche la definizione di guadagno con lucro ►►►) quando a chiederla sono i poveri stessi, per la ragione schematizzata sotto: se i soldi vengono dati al prete questi puo' trattenersi una bella fetta per se', e quindi i soldi non vanno mai dati direttamente ai poveri ma ai preti 




L'accattonaggio alle porte delle chiese non e' una espressione sincera di poverta'.
Chi desidera soccorere i poveri della citta' e' pregato di fare la propria elargizione presso la Caritas Decanale in via Zucchi.



e nello schema sotto invece come saranno le onlus del futuro: sara' vietato fare una donazione direttamente ad una onlus ma verra' creato un ministero delle onlus che ricevera' tutte le donazioni (trattenendosi i costi del ministero stesso) e poi le girera' alle varie onlus, con le stesse caratteristiche che contraddistinguono oggi i rapporti per esempio fra le ASL ed i vari ospedali, per cui lo Stato da' il denaro ed in cambio chiede precise garanzie


nei prossimi giorni la stesura e l'invio della denuncia 

                                                                                                 post 177 




ricevuta di ritorno

lunedì 22 novembre 2010

E' arrivata oggi la ricevuta di ritorno della raccomandata al garante (http://gradiniemappe.blogspot.com/2010/11/raccomandata-al-garante.html)
20 giorni per una ricevuta da milano a roma (dal 3 al 22 novembre a 3,80 euro) La prossima volta chiedo a Gmail, Yahoo o Libero se non hanno qualcosa di piu' veloce ed economico..
La prossima tappa: la risposta del garante


 Spett.bile Garante per la Protezione dei Dati Personali, scrivo a proposito della violazione della privacy nelle biblioteche italiane per quanto riguarda le postazioni PC come da lettera sotto inviata ad un direttore di una di queste biblioteche (Vigentina, Milano), senza ricevere risposta, con richiesta al Garante di esprimere un giudizio sulla questione
(lettera al direttore, 05 ottobre 2010)
Spett.bile direzione biblioteca, scrivo questa lettera a seguito delle continue violazioni della privacy da parte dei vostri bibliotecari, che in tutte le maniere controllano lo schermo del mio portatile.
Non voglio in questo contesto discutere sulle ragioni del loro comportamento (vorranno controllare se visito siti porno immagino, visto che oltre allo schermo guardano anche qualcos'altro) quanto ricordare che anche se non c'e' una legislatura in materia lo schermo del PC di un utente e' da considerare proprieta' privata e quindi nessuno puo' accedere alle informazioni a schermo a parte il legittimo proprietario. Un po' come se fosse un portafoglio, una borsa, uno zaino: anche se qualcuno ipotizza che ci sia un reato (per esempio delle banconote false all'interno del portafoglio) non puo' chiedere al proprietario di mostrargli il contenuto (fosse anche la vigilanza di un supermercato, un bibliotecario, eccetera) ma deve rivolgersi alla polizia che e' l'unica autorizzata a vedere cosa c'è nel portafoglio.
Chiedo quindi in forma ufficiale adeguate misure tecniche affinche' solo io possa vedere lo schermo del mio PC quando lo uso nella vostra biblioteca (o al massimo un poliziotto, ma non un bibliotecario), con richiesta di risposta per iscritto per un eventuale ricorso alla giustizia ordinaria in caso di diniego  
Milano, 3 novembre 2010 FRANCESCO BARNABA









                                                                                                 post 176 
  (post 158) 

mancata applicazione di un paio di principi generali

domenica 21 novembre 2010

immagini sotto un gioco dell'oca, un esempio di mancata applicazione di un paio di principi generali, il micro e macro  e il raggruppamento e sotto ancora due prove di rimedio





                                                              post 175