sitemap


 
questo blog è fermo, per passaggio a nuova veste grafica all'indirizzo http://www.gradiniemappe.com/ (26/03/2015)

risposta garante

mercoledì 29 dicembre 2010

E' arrivata la risposta del garante  post 158 
sulla questione della privacy




Gradiniemappe diventa adulto, per quanto riguarda il rapporto dare avere, con il passaggio dalla fase "bambino" dove si da' tutto senza ricevere niente in cambio alla fase "adulti" dove per ogni elargizione ci si aspetta un qualche ritorno.
Per adesso il post e' venduto al prezzo di 50 centesimi (la maggior parte dei post continuera' comunque ad essere gratuita, saranno a pagamento solo una particolare tipologia di contenuti), salvo cambiamenti su modi e forme dello scambio dovuti alle incertezze del web, ancora giovane in molti suoi aspetti












Il post costa 50 centesimi. E' possibile pagare con il modulo Paga adesso e poi richiedere per email il post. Non e' possibile cedere il post a terze persone. Per almeno tre mesi il post non sara' pubblicato sul blog, e se raggiungera' una cifra minima non sara' mai pubblicato.

25 giugno 2011: il post e' diventato poi free (vedi post 251)
                                                                                                                         post 186 

mind map calendar

domenica 19 dicembre 2010

Della serie mind map ed applicazione alla realta', un calendario non lineare ma radiale come direbbe qualcuno



 185 

social network

sabato 18 dicembre 2010

Aggiornamento pagina negozio social network (http://gradiniemappe.blogspot.com/p/shopping.html)





Uno degli obiettivi di top7.it e' superare Facebook, leader attuale dei social network, per numero iscritti. Il progetto e' fermo per mancanza fondi, e visti i molteplici fronti, onlus, privacy, ecc. e' adesso disponibile una nuova offerta per la vendita di tutti i concetti contenuti in http://topsette.freehostia.com/buono_o_cattivo.html
Chi fosse interessato puo' inviare la sua offerta usando il modulo contacts specificando le proprie credenziali. E' anche possibile l'uso di una forma anonima, che pero' prevede il pagamento di 1.500 euro per potere fare la propria offerta usando il modulo paypal paga adesso







Se la cifra proposta per la cessione di tutti i diritti e' di mio interesse si potra' procedere a firme e pagamenti con relativa chiusura di http://topsette.freehostia.com/buono_o_cattivo.html e siti collegati, fermo restando che e' sempre valida e per me preferibile la formula finanziamento con ripartizione degli utili.
In ogni caso nei prossimi giorni ci saranno nuove offerte di vendita e collaborazione




(wikipedia)
Mark Elliott Zuckerberg (White Plains, 14 maggio 1984) è un dirigente d'azienda, imprenditore e informatico statunitense, fondatore di Facebook.
La rivista statunitense Forbes, nel 2008, lo ha nominato "Il più giovane miliardario del mondo". Al 2010, ha un patrimonio netto di 6,9 miliardi di dollari di cui condivide il 24% con la sua società Facebook Inc. Recentemente ha donato 100 milioni di dollari per sostenere l’istruzione pubblica nel New Jersey.









                                                                                                                                           post 184 

onlus volantini

sabato 11 dicembre 2010

I primi volantini della denuncia onlus, di fattura artigianale, quattro fogli A4 su un impianto del comune all'esterno di una biblioteca di Milano



                                                                                              post 183 

il polpo garante

venerdì 10 dicembre 2010

Il polpo garante

 Spett.bile Garante per la Protezione dei Dati Personali, scrivo a proposito della violazione della privacy nelle biblioteche italiane per quanto riguarda le postazioni PC come da lettera sotto inviata ad un direttore di una di queste biblioteche (Vigentina, Milano), senza ricevere risposta, con richiesta al Garante di esprimere un giudizio sulla questione
(lettera al direttore, 05 ottobre 2010)
Spett.bile direzione biblioteca, scrivo questa lettera a seguito delle continue violazioni della privacy da parte dei vostri bibliotecari, che in tutte le maniere controllano lo schermo del mio portatile.
Non voglio in questo contesto discutere sulle ragioni del loro comportamento (vorranno controllare se visito siti porno immagino, visto che oltre allo schermo guardano anche qualcos'altro) quanto ricordare che anche se non c'e' una legislatura in materia lo schermo del PC di un utente e' da considerare proprieta' privata e quindi nessuno puo' accedere alle informazioni a schermo a parte il legittimo proprietario. Un po' come se fosse un portafoglio, una borsa, uno zaino: anche se qualcuno ipotizza che ci sia un reato (per esempio delle banconote false all'interno del portafoglio) non puo' chiedere al proprietario di mostrargli il contenuto (fosse anche la vigilanza di un supermercato, un bibliotecario, eccetera) ma deve rivolgersi alla polizia che e' l'unica autorizzata a vedere cosa c'è nel portafoglio.
Chiedo quindi in forma ufficiale adeguate misure tecniche affinche' solo io possa vedere lo schermo del mio PC quando lo uso nella vostra biblioteca (o al massimo un poliziotto, ma non un bibliotecario), con richiesta di risposta per iscritto per un eventuale ricorso alla giustizia ordinaria in caso di diniego
Milano, 3 novembre 2010 FRANCESCO BARNABA






sta per fare la sua scelta: i monitor in una biblioteca sono pubblici o privati?
                                                                                                    post 182 

truffa ACU: retribuzioni camuffate da rimborso spese

Sotto, da Repubblica, una truffa onlus

UTILI E DIPENDENTI
 È vietata la distribuzione degli utili, ma "nulla toglie che alcuni soci possano percepire un compenso per determinate prestazioni svolte". Certo, non bisogna farla sporca. Il 4 giugno Massimo Zuccotti, presidente della Croce San Carlo, un'associazione di pubblica assistenza milanese, è stato arrestato dalla Finanza: aveva trasformato la sua onlus in una srl, tentando di vendere le quote dell'associazione a un volontario. Come inquadrare i dipendenti quando sei una onlus? Come volontari, aveva pensato Zuccotti: in questo modo non si pagano i contributi, quindi la retribuzione è in nero. "Firmavamo un foglio in cui si dichiarava di percepire i compensi in qualità di   rimborso spese ", hanno raccontato i finti volontari alla procura.)

Sotto ancora la truffa ACU, con le stesse modalita'; anche qui, a dispetto dello statuto (ACU-Associazione Consumatori Utenti Organizzazione senza scopo di lucro) le retribuzioni sono camuffate da rimborso spese (in rosso)

Molte grazie per la Sua segnalazione.
Consigliamo vivamente di inoltrare il suo reclamo al:
Garante per la Protezione dei Dati Personali
P.zza di Monte Citorio 121
00186 Roma
Tel. 06 696771
Fax 06 69677785
www.garanteprivacy.it
e-mail: 
garante@garanteprivacy.it
con raccomandata a.r., intestata per conoscenza anche ad ACU.
La preghiamo inoltre di prestare attenzione alle modalità di Iscrizione e
consulenza (allegate), in quanto il nostro intervento scritto nei confronti
della Sua/Sue controparte/i avverrà solo a seguito della Sua iscrizione
all’Associazione e 
dietro versamento del rimborso spese , unitamente alla
comunicazione del Suo recapito completo.
La Segreteria
ACU-Associazione Consumatori Utenti
Organizzazione Senza Scopo di Lucro
Via Padre Luigi Monti, 20/c
20162 Milano
Tel. 026615411
Fax 026425293




Il socio ACU ha la possibilità di usufruire della consulenza dell'Associazione secondo le seguenti modalità:
a) Il socio può usufruire dello sportello consumatori presso una delle sedi ACU ed essere ascoltato da un collaboratore di fiducia che potrà fornirgli il migliore consiglio possibile per una soluzione di tipo esclusivamente stragiudiziale della sua controversia.
Per questo tipo di servizio l'ACU richiede un rimborso spese da  € 30,00 a 100,00  in relazione alla tipologia ed alla complessità della pratica, per il quale viene rilasciata una ricevuta firmata, timbrata e progressivamente numerata.
b) Il socio, che per motivi di lontananza o altro non possa accedere di persona allo sportello consumatori e necessiti comunque di una consulenza, può trasmettere la Sua richiesta per lettera (contenente il suo indirizzo postale, telefonico ed eventualmente e-mail) ad una delle sedi ACU. Tale richiesta comporta un rimborso spese di  € 14,00 , da versare esclusivamente in francobolli di piccolo taglio da accludere alla lettera di richiesta e conferisce il diritto ad ottenere risposta scritta. Tale risposta, che verrà inviata entro 30 gg. dal ricevimento, verrà redatta da 
un collaboratore di ACU, che ovviamente esprimerà il suo parere nell'ottica della miglior soluzione possibile al quesito. La risposta sarà completa di una ricevuta


                                                                                                     post 181